Seguire il Sentiero della Natura. Fare della propria Vita un'Opera d'Arte. Sognare per Credere.

Arte Mater 2019 – Corso di Arteterapia e Arte per il Benessere in Friuli Venezia Giulia

Sono aperte le preiscrizioni ad Arte Mater 2019, Corso annuale di Arteterapia e Arte per il Benessere in Friuli Venezia Giulia che partirà a gennaio 2019 con sede principale a Trieste, che ospita Trieste Città dell’Arteterapia, progetto patrocinato nel 2018 dal Comune di Trieste, per la diffusione della pratica artistica a scopo terapeutico e sociale.


Le richieste di preiscrizione possono essere inviate a info@lebuonearti.it
Per le iscrizioni completate entro il 31 ottobre 2018 è prevista una riduzione di € 100,00 sulla quota di partecipazione.

Atelier, Artisti e Professionisti della Salute e del Benessere: insieme per un corso diffuso e condiviso

Il corso Arte Mater offre un’esperienza unica nel suo genere per:

  • la proposta formativa incentrata sul doppio binario dell’Arteterapia e delle Arti, sia pittoriche – figurative che poetiche e performative
  • il corpo docenti misto, formato da specialisti della relazione d’aiuto e terapeutica e artisti professionisti in diverse espressioni artistiche
  • le diverse sedi del corso, ovvero una rete di atelier, centri e sedi associative, integrata da luoghi di maggiore bisogno e/o sperimentazione, come scuole e case di riposo.

Il PROGRAMMA propone:

  • un’introduzione teorica e pratica all’Arteterapia, ovvero l’arte a scopo terapeutico, maieutico e sociale, preziosa in primo luogo per una crescita personale e poi per un’eventuale applicazione in ambito professionale
  • un approfondimento e sperimentazione diretta dell’Arte stessa, nelle sue sfaccettature e diverse tecniche espressive

Il CORPO DOCENTI di Arte Mater è misto, formato da

  • arteterapeuti, counselor e psicologi, esperti in ambito artiterapico, olistico, psicoterapeutico ed educazionale
  • artisti come pittori, scultori, attori, musicisti e fotografi, che praticano le diverse forme artistiche a livello professionale e possono testimoniare “l’effetto arte” nella loro esperienza di vita e vocazione lavorativa.

Le DIVERSE SEDI COINVOLTE nelle LEZIONI FRONTALI offrono la possibilità di sperimentare le potenzialità terapeutiche e trasformative dell’arte, direttamente dentro gli atelier artistici, negli studi e nelle sedi delle associazioni e attività, nonché nei luoghi di maggiore bisogno dove si pratica attivamente l’Arteterapia, come case di riposo, scuole e comunità.

Modalità formativa mista: 10 weekend frontali + studio personale online. Materiali didattici artistici e bibliografici. 

Le lezioni frontali nei 10 weekend formativi nei centri e negli atelier coinvolti a Trieste e in Friuli Venezia Giulia sono integrati da un monte ore di circa 100 ore di studio personale, utile per l’approfondimento e la riflessione nonché per la preparazione alla prova finale.

Tutto il materiale artistico richiesto per la sperimentazione frontale è compreso nella quota del corso. Il materiale bibliografico consigliato per lo studio personale è stato appositamente scelto fra testi di libera lettura online: non sono previsti quindi ulteriori costi didattici per i partecipanti. Il corso è comprensivo di assicurazione.

Calendario, prerequisiti e posti disponibili

Le lezioni frontali del Corso Arte Mater sono tenute in 10 weekend nel corso del 2019, da gennaio 2019 a dicembre 2019, con una pausa nei mesi di luglio e agosto, mesi in cui saranno proposti tirocini estivi frontali facoltativi. Il corso è aperto a tutti, previa iscrizione all’Associazione Nidra. Non ci sono prerequisiti formativi o esperienziali per la partecipazione al corso, né sono richiesti titoli o percorsi di studio pregressi. L’unica vera base richiesta è la buona volontà e l’apertura all’arte.

Il numero massimo di partecipanti al Corso Arte Mater è 20 iscritti, in modo da poter seguire ognuno adeguatamente e creare il massimo equilibrio fra condivisione e partecipazione.

Questo il Calendario dei weekend di incontri 2019:

  • 26 e 27 gennaio
  • 23 e 24 febbraio
  • 30 e 31 marzo
  • 27 e 28 aprile
  • 18 e 19 maggio
  • 29 e 30 giugno
  • 28 e 29 settembre
  • 26 e 27 ottobre
  • 9 e 10 novembre
  • 14 e 15 dicembre

Ore di tirocinio e crediti universitari

All’interno dei 10 weekend formativi, sono previste ore di pratica nell’area anziani e infanzia. Ulteriori ore facoltative di tirocinio guidato potranno essere aggiunte senza costi aggiuntivi nell’ambito di Trieste Città dell’Arteterapia, progetto patrocinato quest’anno dal Comune di Trieste, o nei progetti Le Buone Arti, con la possibilità di richiedere, a fine percorso, attestato separato di tirocinio, col monte ore effettivamente portato a termine.

Ulteriori ore di pratica potranno essere effettuate all’interno del contesto dell’Agricomunità Bosco di Museis di Cercivento, Partner del Corso Arte Mater.
È possibile richiedere il riconoscimento delle ore di tirocinio. Tramite l’Agricomunità Bosco di Museis è inoltre possibile stipulare convenzioni universitarie in ambito educativo, con creazione di percorsi formativi comprendenti anche attività artiterapiche. Per informazioni in merito a crediti universitari e convenzioni, puoi scrivere a info@lebuonearti.it.

Attestato

Il corso rilascia un Attestato di frequenza ai partecipanti che abbiano presenziato ad almeno l’80% degli incontri (quindi 8 weekend su 10) e abbiano passato con esito positivo la prova finale.

Quota di partecipazione

Il corso è aperto ai Soci dell’Associazione Nidra. La quota di partecipazione è pari a € 890,00 + € 10,00 di iscrizione annuale all’Associazione Nidra. Per le iscrizioni completate entro il 31 ottobre 2018 è prevista una riduzione di € 100,00 sulla quota.
Il contributo è comprensivo di assicurazione e di tutti i materiali artistici e bibliografici che verranno utilizzati: non sono previsti ulteriori costi didattici. È richiesto il versamento della prima rata di € 500,00 prima del 15 gennaio 2019 o € 400,00 prima del 31 ottobre 2018 (+ quota € 10,00 di iscrizione annuale all’Associazione Nidra) e la restante rata di € 390,00 entro il 15 aprile 2019. Prima del 15 aprile è possibile ritirarsi dal percorso senza l’obbligo di corrispondere la seconda rata. Il nostro principale desiderio è che per tutti, allievi e docenti, Arte Mater resti un percorso di piacere, crescita personale e soddisfazione e al contempo un cammino condiviso nella profondità e nell’ascolto non giudicante, con la più ampia libertà possibile, sempre nel reciproco rispetto.

Alloggi consigliati

Le spese di vitto e alloggio non sono comprese nella quota di partecipazione.

Per il pernottamento possiamo consigliare:

  • la Pensione Rittmeyer, che è situata a cinque minuti a piedi dalla stazione ferroviaria e a 10 minuti a piedi dalla sede di Le Buone Arti. Nella Pensione Rittmeyer è possibile valutare soluzioni condivise o singole, con bagno privato o condiviso e con colazione o meno. Il costo varia da € 25,00 a € 37,00 a testa per pernottamento, a seconda della soluzione scelta. Clicca qui per tutti i prezzi.
  • il Bed and Breakfast Al Giardino Leonor, anch’esso situato a 5 minuti dalla stazione centrale e a pochi passi dalla sede principale di Le Buone Arti, che offre 3 camere (due doppie e una tripla) con bagno condiviso a partire da € 27,00 a persona per notte, comprensive di ottima colazione. Per informazioni e prenotazione telefonare al numero 338 805 2208.
  • Ulteriori convenienti sistemazioni possono essere considerate sul sito Airbnb.

I Docenti Arte Mater e
le discipline caratterizzanti

Sergio Braida
Docente di Modellazione, Argilla e Mosaico
Maestro d’Arte, professore di Disegno e Storia dell’Arte per 25 anni nelle Scuole Superiori. Ricercatore nella rappresentazione plastica della realtà, in particolare con ceramica, pietra e piombo. All’attivo, mostre personali e collettive in Italia, Austria e Slovenia.


Denise Cannas
Docente di Danza, Canto e Tamburo Sciamanico
Dott.ssa in Culture e Lingue Asiatiche, Counselor, Facilitatrice per le Costellazioni Familiari e Rituali, insegna danza, canto e tamburo sciamanico in gruppi di lavoro sulla trasformazione personale.
Front woman di donne sciamane Uttern.


Paolo Cervi Kervischer
Docente di Visual Performance
e Art Personal Training
Artista visivo, specializzato in pittura, performance e installazioni. Art Personal Trainer e insegnante di percorsi artistici presso il suo laboratorio a Trieste.
pck.it – www.facebook.com/paolo.kervischer


Lili Radoeva Destradi
Docente di Collage e Poesia Surrealista
Dott.ssa in Filologia Bulgara.
Ha pubblicato libri di poesia in bulgaro e in italiano ed è stata selezionata come autrice in diverse antologie.
Artista e ricercatrice nel collage, colori, metafore e simboli poetici.


Renata Infanti
Docente di Arte del Sorriso
Artetereapeuta ArTeA
Laughter Yoga Teacher
Lavora a Trieste come arteterapeuta e conduce sessioni di Yoga della Risata, fra colori e risate, energia e benessere.


Valentino Pagliei
Docente di Teatro del Sé
Musicista e attore professionista diplomato alla Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine.
Esperienza professionale in Teatrodanza e Teatro Ragazzi della Contrada di Trieste.


Gaia Polla
Docente di Psicologia della Creatività
e Formazione e Creatività 
Psicologa iscritta all’Albo A di Trieste, educatrice professionale nido materna, docente per corsi di formazione Archè (Ente Formazione Educatori).
Specializzata in disegno come fonte di conoscenza dell’altro e benessere personale.


Francesca V. Salcioli
Docente di
Arteterapia, Art Counseling
e Arteterapia Olistica
Ideatrice di Le Buone Arti e responsabile di Trieste Città dell’Arteterapia, Arteterapeuta diplomata in Terapeutica Artistica all’Accademia delle Belle Arti di Brera (Milano) e in Naturopatia all’Università La Sapienza di Roma.
Cantante e musicista.


Lucia Tentor
Docente di Fotografia per il Benessere

Modella professionista e fotografa.
Esperta in ritratto fotografico e macrofotografia naturale e meditativa.
Profilo fotografia IG: moda, bellezza e ritratti
https://www.instagram.com/luciatentor/
Profilo fotografia floreale IG
https://www.instagram.com/luciatentor_flowers_ph/
www.luciatentor.com

Qualche domanda che potresti avere

Posso lavorare nell’Arteterapia
dopo aver partecipato a questo corso? 

Foto CC di Linda Åslund

Assolutamente sì. In realtà la Legge ti permette di lavorare nel campo artiterapico anche prima di aver partecipato a qualsiasi corso di Arteterapia al momento disponibile, se ti senti pronto e sotto la tua unica responsabilità, senso etico e indipendenza di giudizio. La professione dell’Arteterapeuta (come del resto quella del Counselor e del Naturopata) fa parte delle Professioni non organizzate in ordini o collegi secondo la Legge 14 gennaio 2013 n.4. Quest’ultima ne riconosce l’esercizio come “libero e fondato sull’autonomia, sulle competenze e sull’indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica, nel rispetto dei principi di buona fede, dell’affidamento del pubblico e della clientela, della correttezza, dell’ampliamento e della specializzazione dell’offerta dei servizi, della responsabilità del professionista. In parole semplici, chiunque desideri lavorare nel campo dell’Arteterapia (come anche nel Counseling non psicologico e nella Naturopatia) può liberamente lavorare (adempiendo agli obblighi di legge come apertura della partita iva) anche senza avere completato un percorso di studi specifico, sotto la sua unica responsabilità di etica, giudizio e buona fede. In altre parole: la Legge italiana dà oggi ad ognuno di noi la possibilità di decidere se e quando si senta professionalmente e personalmente pronto per lavorare come Arteterapeuta. Con o senza attestati o diplomi alle spalle. Sotto la sua unica responsabilità, senso etico e indipendenza di giudizio, ovviamente prestando particolare attenzione a non invadere altri campi professionali, che richiedono invece un iter formativo ben preciso (come il campo della Psicologia, Medicina o Estetica, per esempio).

Devo iscrivermi
a un’Associazione di Categoria
o richiedere una certificazione
per lavorare?

Foto Le Buone Arti

Puoi, ma non devi. Iscriverti a un’Associazione di Categoria o richiedere una Certificazione è un tuo diritto, ma non un tuo dovere: puoi scegliere di farlo, ma non è assolutamente un obbligo. La Legge 14 gennaio 2013 n.4 offre infatti la possibilità, ma non l’obbligo, per le professioni non regolamentate di aderire ad eventuali Associazioni di Categoria (Art. 2) come anche di optare per un’autoregolamentazione volontaria e qualificazione dell’attività in base alla normativa tecnica UNI (Art. 6). Al comma 2 dell’articolo 7 si specifica tuttavia che le eventuali attestazioni di iscrizione ad un’associazione di categoria o certificazioni relative alla conformità alla norma tecnica UNI  “non rappresentano requisito necessario per l’esercizio dell’attività professionale”, ovvero non sono obbligatorie per chi desideri lavorare, ad esempio, nel campo dell’Arteterapia.
Secondo il Regolamento UE 1025 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2012 sulla normazione europea, per “norma” si intende “una specifica tecnica, adottata da un organismo di normazione riconosciuto, per applicazione ripetuta o continua, alla quale non è obbligatorio conformarsi“. Le norme sono, in sintesi, citando il sito UNI Ente Italiano di Normazione, “documenti che specificano cioè “come fare bene le cose” garantendo sicurezza, rispetto per l’ambiente e prestazioni certe”. Per conoscere i requisiti per rispondere alle Norme UNI in ambito artiterapico è possibile fare riferimento alla specifica UNI 11592:2015 Figure professionali operanti nel campo delle Arti Terapie – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza, scaricabile a pagamento sul sito UNI. Il Corso Arte Mater non è stato ideato per aderire alla normativa tecnica UNI in termini di monte ore o requisiti didattici, ma per offrire un libero percorso di Arteterapia e Arte per il Benessere.

I corsi di Arteterapia
hanno tutti lo stesso valore legale?

No, non hanno tutti lo stesso valore legale. Possiamo innanzitutto comprendere bene i termini “Diploma”, “Master” e “abilitante”.

Foto CC di Arno KleineSchaars

DIPLOMA. I corsi e master universitari hanno un valore in termini di crediti universitari, spendibili anche in contesti di concorsi pubblici e possono rilasciare dei Diplomi: solo infatti le scuole superiori, le università e le autorità pubbliche possono rilasciare veri e propri diplomi. I corsi privati possono rilasciare attestati di frequenza, partecipazione o certificati di avvenuta formazione, molto utili nella presentazione professionale, nel curriculum e fidelizzazione dei propri clienti. A volte anche alcuni attestati privati vengono definiti Diplomi (di Arteterapia, Counseling o Naturopatia) per scelta di comunicazione. Anche in questo casso essi non sono equiparabili a un diploma di scuola superiore o universitario, a meno che non ci sia a monte una partnership con istituti superiori e universitari che possa permettere la certificazione ufficiale del percorso in termini, ad esempio, di Master Universitario. In assenza di questo tipo di partnership i Diplomi privati sono, in termini di valore legale, equiparabili ad attestati di frequenza o partecipazione. È evidente al contempo che un attestato che testimoni un’avvenuta formazione di 1200 ore ha un valore maggiore, in termini di monte ore, di un attestato che ne testimoni 50: se si desidera comparare attestati, valgono quindi le norme della ragionevolezza, incrociate ovviamente al prestigio di scuole, corsi e docenti.

MASTER. Simile è la situazione per il termine “Master”, che è specifico dei master universitari post laurea, ma che spesso si ritrova anche al di fuori dell’offerta formativa universitaria, stando però ad indicare una particolare formazione professionalizzante e non un titolo universitario né equiparabile (i Master privati non universitari spesso, ad esempio, non richiedono la laurea almeno triennale per l’accesso, a differenza dei Master universitari). I titoli rilasciati dai master privati non universitari sono anche qui equiparabili a un attestato.

Foto CC di Adreson Vita Sá

ABILITANTE. Il termine “abilitante” presuppone un corso che abilita, ovvero permette una certa Professione (come quella dell’Arteterapeuta, Counselor o Naturopata). Non essendoci una legge in Italia che determina i requisiti minimi di formazione o standard di competenza necessari per esercitare la professione, al momento non ci possono essere “corsi legalmente abilitanti” e “corsi non abilitanti” per lavorare come Arteterapeuta (o Counselor o Naturopata).
Esistono invece corsi abilitanti e non abilitanti all’esercizio della professione di Psicologo e di tutte quelle professioni organizzate con Albi o Collegi professionali (ad esempio Medico Chirurgo, Veterinario, Architetto, Ingegnere, Avvocato… per un elenco completo delle professioni ad esempio di interesse sanitario vedi questa pagina sul sito del Ministero della Salute).
Esistono anche i corsi abilitanti per ottenere una qualifica professionale per le professioni regolamentate, quale quella di Estetista, Acconciatore, Allenatore (per un elenco completo delle Professioni Regolamentate vedi questa pagina sul sito del Dipartimento per le Politiche Europee – Presidenza del Consiglio dei Ministri).
Ma non possono esistere corsi legalmente abilitanti e corsi non abilitanti alla professione di Arteterapeuta, né di Counselor o Naturopata, in quanto esse non rientrano nelle professioni regolamentate né tantomeno in quelle con Albo o Collegio Professionale, ma invece rientrano pienamente fra le Professioni non regolamentate, secondo la Legge 14 gennaio 2013 n.4. O, se vogliamo, tutti i corsi possono essere definiti “abilitanti”, nel senso che dopo il corso si può lavorare come Operatore. Ma anche prima e anche senza. Esistono invece corsi che aderiscono o meno alla Norma UNI e il cui attestato finale permette una certificazione in tal senso e la possibilità di iscriversi a un’Associazione di Categoria. Ripetiamo anche qui che la Legge 14 gennaio 2013 n.4 offre la possibilità, ma non l’obbligo, per le professioni non regolamentate di aderire ad eventuali Associazioni di Categoria (Art. 2) come anche di optare per un’autoregolamentazione volontaria facoltativa in base alla normativa tecnica UNI (Art. 6). Per un approfondimento sulle Norme UNI vedere sopra (Domanda Devo iscrivermi a un’Associazione di Categoria o richiedere una certificazione per lavorare?).

In questo contesto abbiamo preferito chiamare questo percorso semplicemente “corso” e rilasciare un “attestato”, senza riferirci all’abilitazione alla professione artiterapica, per immediatezza di comunicazione, puntando su un linguaggio il più possibile semplice e diretto.

Al di fuori dei corsi universitari,
i corsi privati di Arteterapia sono tutti uguali?

Foto CC di Lori Leaumont

Tutt’altro, semmai sono tutti diversi. I corsi di Arteterapia differiscono fra loro per moltissime caratteristiche, come la durata, la presenza più o meno significativa di momenti di tirocinio, la modalità frontale, a distanza, o mista, l’orientamento filosofico e artistico. Ogni aspirante arteterapeuta ha la possibilità di scegliere fra tantissime metodologie, format e orientamenti, a seconda delle sue necessità, inclinazioni e desideri. Noi pensiamo che tutti i corsi di Arteterapia abbiano dignità di esistenza e partecipino, nel loro piccolo o grande, all’opera d’arte di diffondere la creatività per le strade, per le piazze, per gli ospedali, per le scuole, nella vita.

Desideri ulteriori informazioni?
Scrivici e ti risponderemo in breve tempo
info@lebuonearti.it

    Corso Arteterapia 2019

    Facebook Pagelike Widget

    I corsi e seminari di Le Buone Arti e Naturamente a Trieste: Arteterapia, Naturopatia e Dreamfulness

    Mappa dell’Arteterapia: corsi e professionisti

    Sogni Lucidi e Dreamfulness

    Facebook Pagelike Widget
    Facebook Pagelike Widget
    Facebook Pagelike Widget
    Facebook Pagelike Widget
    error: Content is protected !!